Skip to main content
Impresa comune dell’UE

Impresa comune Clean Sky 2

logo of Clean Sky 2 Joint Undertaking

Sintesi

  • Ruolo: sviluppare nuove tecnologie per ridurre le emissioni di CO2 e di altri gas degli aerei e ridurre il rumore
  • Direttore: Eric Dautriat
  • Partner: Commissione europea, l’industria aeronautica (comprese le PMI), istituti di ricerca, università
  • Anno di istituzione: 2008
  • Numero di dipendenti: 40
  • Sede: Bruxelles (Belgio)
  • Sito web: Impresa comune Clean Sky 2

L'impresa comune Clean Sky 2 (CSJU) è un partenariato pubblico-privato di successo tra la Commissione europea e l’industria aeronautica europea che è sulla buona strada per conseguire gli obiettivi di prestazione ambientale stabiliti. La seconda fase, Clean Sky 2, svilupperà questo successo:

  • continuando a integrare le tecnologie di punta nel settore aeronautico
  • proponendo configurazioni innovative negli aerei per consentire il loro impatto ambientale e i risultati economici.

Cosa fa l'impresa comune CSJU?

Aiuta a proteggere l’ambiente. Le tecnologie Clean Sky 2 consentiranno agli aerei del futuro di:

  • ridurre del 20-30% il consumo di carburante e le relative emissioni di CO2
  • ridurre i livelli di rumore (rispetto al 2014) di una percentuale simile.

Inoltre dovrebbe migliorare in modo significativo la competitività e la mobilità in Europa.

Come funziona l'impresa comune CSJU?

Si avvale di 3 strumenti complementari - tecnologie, "prototipi innovativi di aerei" ("concept aircraft") e programmi di dimostrazione - per realizzare i suoi obiettivi:

1. Tecnologie: selezionate, sviluppate e monitorate in termini di maturità e "livello di preparazione tecnologica". Sono monitorate oltre 100 tecnologie fondamentali. Quelle sviluppate da Clean Sky riguarderanno tutti i principali segmenti dell'aeronautica commerciale.

2. Prototipi innovativi di aerei - studi di progettazione che integrano le tecnologie in una configurazione concettuale attuabile. Riguardano le principali famiglie di aeromobili del futuro:

  • jet privati
  • aeromobili commerciali regionali e di grandi dimensioni
  • velivoli ad ala rotante.

Il principale strumento per misurare e comunicare i risultati ambientali consiste nel confrontare i risultati ambientali degli aerei con i modelli esistenti.

3. Programmi di dimostrazione: comprendono dimostratori che integrano diverse tecnologie a un livello maggiore di "sistema" o aeromobile e mostrano come funzionano in condizioni operative. In questo modo si può verificare il loro potenziale e fare in modo che raggiungano un maggiore livello di maturità.

Chi ne beneficia?

  • Il pubblico – meno inquinamento acustico, meno emissioni inquinanti, migliore mobilità e maggiore competitività industriale in Europa.
  • L'economia - l'aeronautica è una delle industrie dell'UE di maggior successo. Clean Sky contribuirà a garantire una mano d'opera europea capace di sviluppare le tecnologie di punta necessarie per rimanere leader del mercato.
  • Piccole e medie imprese - sempre più imprese di questo tipo partecipano alle catene dell'innovazione mediante inviti a presentare proposte nell'ambito di Clean Sky. Ciò crea nuove opportunità e nuovi potenziali nelle catene di approvvigionamento per gli operatori del settore. Anche le piccole e medie imprese attive in settori diversi da quello aerospaziale (ad es. in quello automobilistico) stanno sviluppando un vivo interesse per le possibilità di ricerca nell'ambito di Clean Sky.
  • La comunità scientifica e il mondo accademico - Clean Sky permette di accelerare l'introduzione delle tecnologie nel "ciclo dell'innovazione" e offre all’industria e alla scienza la possibilità di affrontare insieme le sfide e le priorità.

Vedi anche

Clean Sky 2

Bandi e gare

Risultati di Clean Sky

Contatti

Impresa comune Clean Sky 2

Sito web
Telefono
+32 2 221 81 52
Fax
+32 2 221 81 50
Indirizzo postale
Clean Sky 2 Joint Undertaking, White Atrium Building TO56 4th floor B, 1049 Bruxelles/Brussel, Belgio
Social media