Skip to main content

Konrad Adenauer: un democratico pragmatico e un instancabile unificatore

"Negli ultimi decenni e secoli, il carbone e l'acciaio hanno svolto un ruolo distruttivo nei conflitti tra i popoli europei, essendo stati utilizzati per fabbricare armi. Speriamo che il carbone e l'acciaio li uniscano nella riflessione e nell'azione comune."

Konrad Adenauer

Vita e periodo storico

Nato a Colonia il 5 gennaio 1876, il matrimonio di Adenauer in una famiglia influente della città lo avvicinò al mondo della politica. Grazie al suo talento politico e alla sua presenza nel partito cattolico Zentrum, la sua carriera decollò, e nel 1917 fu eletto sindaco di Colonia.

A partire dalla fine degli anni '20 il Partito nazionalsocialista (nazista) avviò una campagna di diffamazione contro Adenauer. Nel 1933, dopo l'ascesa al potere dei nazisti, Adenauer rifiutò di far decorare la città con le svastiche in occasione della visita di Hitler. Fu destituito dal suo ufficio e i suoi conti bancari furono congelati. Nel 1944, dopo l'attentato fallito alla vita di Hitler, Adenauer fu incarcerato nella famigerata prigione della Gestapo di Brauweiler, nei pressi di Colonia.

Dopo la guerra si dedicò alla costruzione dell'Unione cristiano-democratica (CDU), con la speranza di riunire i tedeschi protestanti e cattolici in un unico partito. Nel 1949 diventò il primo cancelliere della Repubblica federale di Germania (Germania Ovest).

Una visione per l'Europa

Le esperienze di Adenauer durante la seconda guerra mondiale hanno fatto di lui un fautore del realismo politico, impegnato nella promozione dell'idea di una cooperazione paneuropea. Adenauer fu un grande promotore della Comunità europea del carbone e dell'acciaio, inaugurata il 9 maggio 1950 con la dichiarazione Schuman, e del trattato che istituisce la Comunità economica europea, firmatonel marzo 1957.

Intervento di Konrad Adenauer a Metz nel 1966

Pubblicazioni

Per saperne di più sulla vita, il lavoro e il contributo di Konrad Adenauer al progetto europeo