Skip to main content

Walter Hallstein: una forza diplomatica propulsiva per una rapida integrazione europea

Il mercato comune ha l'obiettivo di unificare politicamente l'Europa.

Walter Hallstein

Vita e carriera

Hallstein ha interpetato il suo ruolo di presidente con la stessa dedizione alla causa dell'unità europea e la conoscenza specialistica ed esperienza sul campo che nel 1950 avevano spinto l'allora cancelliere della Germania Konrad Adenauer a nominarlo capo della delegazione tedesca nell'ambito della Conferenza Schuman per la creazione della Comunità europea del carbone e dell'acciaio. Queste e altre qualità hanno caratterizzato i suoi nove anni di presidenza, dal 1958 al 1967.

Una visione per l'Europa

Hallstein è stato un tenace sostenitore dell'unità europea attraverso la creazione di una Comunità economica europea. I primi passi verso un'integrazione economica che consentisse la libera circolazione di persone, beni e servizi furono intrapresi durante la Conferenza di Messina del 1955.

Inizialmente Hallstein era convinto che tale integrazione dovesse essere onnicomprensiva e avvenire il più rapidamente possibile, tuttavia la realtà politica dell'epoca lo persuase che una graduale fusione reciproca dei mercati degli Stati membri sarebbe stata di massimo beneficio per tutti.

Nel 1958 è entrato in vigore il trattato di Roma e Hallstein è stato scelto per essere il primo presidente della Commissione della Comunità economica europea.

Walter Hallstein interviene il 2 marzo 1953 a Strasburgo

Pubblicazioni

Per saperne di più sulla vita, il lavoro e il contributo di Walter Hallstein al progetto europeo